Abbasso la volgarità, W il design!

Contenuti protetti da Copyscape

Lelo Inez Oro

Il mondo dei sex toy, dalla sua nascita ad oggi, si è fortemente evoluto in tutte le sue caratteristiche.
Se ne trovano tracce di uso fin dai tempi dell’antica Grecia e negli affreschi di Pompei, ma la vera evoluzione è avvenuta nel corso del ‘900. In questo secolo sono nati i primi toys vibranti, usati dapprima come dispositivi medici per la cura di varie patologie psichiche e per la frigidità, infine come strumenti di intrattenimento domestico, per giungere agli anni 70 e all’apertura dei primi sexy shop nel mondo e in Italia, complice anche la rivoluzione sessuale degli anni 60.

I dildo si sono quindi evoluti e raffinati di conseguenza, si è passati dalla pietra all’osso, al cuoio e infine ai materiali sintetici. Dai primi giocattoli in plastica (i primi vibratori motorizzati erano invece tutti in metallo) si è giunti agli attuali siliconici e hi-tech, con alcune chicche addirittura in oro (vedi Lelo Olga e Lelo Inez).

Anche la forma si è evoluta, negli anni ’70 era poco più di un cilindro con una punta addolcita, di seguito sono arrivati i falli realistici di varie dimensioni, ora il design si è impadronito di tutto. Forme scultoree e ardite ma al contempo studiate per essere più anatomicamente piacevoli e perfette. Colori vivaci, accostamenti shock e textures che danno sensazioni mai provate prima, conferiscono uno spirito POP o estremamente GLAMOUR ad un prodotto ormai decisamente maturo, rendendolo adatto a qualsiasi classe sociale.
La tecnologia ha dato una mano a queste evoluzioni: dal 900 sono state inserite vibrazioni e funzioni di tutti i tipi. Ora esistono delle soluzioni decisamente innovative, basti pensare alle mille combinazioni di vibrazione e rotazione di un rabbit, alla carica per induzione di un We Vibe III o di un Jimmy Jane o ai telecomandi wireless e digitali degli ovuli vibranti.

We vibe vibratore coppia

Per le appassionate di cose più realistiche ora si trovano dildo in materiali “soft touch” che simulano perfettamente la superficie degli organi maschili e che addirittura eiaculano. Per l’uomo invece ci sono oggetti come le Fleshlight realizzate in ultrarealistico cyberskin®, o i masturbatori Tenga Onacup dalle texture studiate per dare ciascuno la sensazione di una diversa posizione sessuale. Tutto viene riposto in contenitori ‘smart and funny’, come ad esempio una torcia o un finto tubetto di detergente, che non fanno capire cosa nascondono l’interno.
Questa evoluzione in termini di qualità del prodotto ha portato anche un incremento nella sicurezza di utilizzo e dei materiali impiegati nella produzione. Tutti i materiali sono atossici e spesso antibatterici. La tendenza inoltre è quella di togliere tutti gli ftalati dal mercato dei sex toys, elementi ritenuti alla lunga potenzialmente dannosi per la pelle.

Fun Factory vibratori

Sulla scia di un’apertura sociale sempre maggiore nei confronti di questo mondo di oggetti erotici, molte sono le aziende che si sono messe in commercio, con ottimi risultati, cambiando considerevolmente l’opinione comune in merito. Inoltre, grazie ad aziende come Lelo, Fun Factory, Zini, Jimmy Jane, We Vibe, Dorcel, Flashlight, Swan, Tenga, Big Teaze Toys, Sqweel e molte altre, i prodotti si sono diversificati con la nascita di un filone di sex toy di alta gamma e dal ricercato design: i colori sprizzano dalla loro intensità e le forme sono diventate talmente stravaganti che a volte serve proprio il manuale d’istruzioni per non sbagliare.

JimmyJane Form 6 vibratore

Ma la cosa più importante è che il mondo dei sex toy non vuol essere più ritenuto volgare, ma anzi, apparire divertente e giocoso, e perché no, anche bello!

Parola di Miss Margot.

Miss Margot

Contenuti protetti da Copyscape

©Copyright su tutti i contenuti del sito by Overlove Store

3 Commenti

  • 30 mar 2012 | Permalink | Rispondi

    Sono d’accordo! molto meglio il design che i soliti falli. Ovvio che però hanno un costo superiore! C’è una mia amica che compra solo toys di lelo… Stupendi, pero’ che prezzi! Io alla fine ne ho uno di Fun Factory e il quello azzurro di JimmyJane!

  • 3 apr 2012 | Permalink | Rispondi

    Io adoro quelli della Fun Factory, sono bellissimi, praticamente li colleziono…

  • 5 apr 2012 | Permalink | Rispondi

    Care lettrici,

    oltre al design, queste case offrono anche sicurezza con prodotti privi di ftalati, e sinceramente io prima di infilarmi cose di marche sconosciute ci penserei due volte. Poi esiste anche qualche marca un po’ meno cara e sempre molto valida, come ad esempio Toy Joy. Comunque Lelo e Fun Factory sono due splendide case che fanno prodotti di alta qualità, oltre che dal gran design. Lelo poi ha creato da poco un nuovo brand un po’ più ecnomico, i Tickler, e Fun Factory è una casa che apprezzo moltissimo in quanto è molto “fun” e dedica una particolare attenzione all’ambiente (si vede che sono tedeschi!).
    Quindi ragazze, buon divertimenti coi vostri super sex toy!!

    Miss Margot

Commenta la notizia

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o fai un trackback dal tuo sito. Puoi anche seguire i nuovi commenti via RSS.

La tua email non sarà mai condivisa con nessuno. I campi obbligatori sono segnati con l'asterisco.